TEST

Patto educativo di corresponsabilità

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

(DPR 235/07, art. 3) in appendice al Regolamento di disciplina

Il genitore/la famiglia e il dirigente scolastico,

  • presa visione di quanto contenuto nel DPR 235/07 sopra citato e in particolare all’art.3;
  • presa visione dei Regolamenti approvati dagli Organi Collegiali della scuola

sottoscrivono il presente “Patto educativo di corresponsabilità”

Premessa
  • La complessità crescente dei processi formativi ed educativi non può prescindere da una sempre più stretta collaborazione tra scuola e famiglia;
  • la collaborazione tra scuola e famiglia deve trovare un comune terreno nel rispetto delle norme e dei regolamenti stabiliti dagli Organi Collegiali, nonché nella buona gestione delle risorse umane e materiali.
Art.1

Il rapporto scuola-famiglia costituisce uno dei fondamenti del processo educativo. A tale processo genitori, docenti, studenti e personale tutto devono prestare la massima attenzione e il massimo impegno nel seguirne gli sviluppi e gli esiti.

Art.2

I vari Regolamenti che concernono la vita dell’Istituto e lo stesso Piano dell’Offerta Formativa devono essere conosciuti da tutti i membri della comunità scolastica. In essi è esplicitato tra l’altro il sistema di reciprocità di diritti e doveri che interviene tra le diverse componenti e che deve essere conosciuto da tutti i membri della comunità scolastica. A tale scopo i documenti in questione compaiono sul sito web della scuola e all’albo dell’Istituto e comunque è sempre possibile trarne copia.

Art.3

Il genitore o chi ne fa le veci, nel sottoscrivere il presente Patto, si impegna a:

  • osservare quanto contenuto nel presente documento e in quelli qui richiamati;
  • a fare in modo che lo studente faccia altrettanto.

Il dirigente scolastico, in quanto rappresentante legale dell’Istituto, si impegna a che i diritti dei genitori, delle famiglie e degli studenti siano pienamente garantiti.

Art.4

Il genitore o chi ne fa le veci, nel sottoscrivere il presente Patto, si rende consapevole del fatto che:

  • le infrazioni ai regolamenti dello studente possono dar luogo a sanzioni disciplinari;
  • nel caso di danneggiamenti a cose e/o lesioni a persone la sanzione segue il principio della riparazione del danno (DPR 235/07, art.4 comma 5);
  • il regolamento di disciplina prevede le forme e i modi di irrogazione delle sanzioni, nonché di impugnazione delle stesse.
Art.5

In caso di inosservanza dei diritti e dei doveri così come previsto dal presente Patto, si attua la procedura di composizione obbligatoria, la quale prevede:

  • la segnalazione di inadempienza tramite “avviso” da parte della scuola;
  • la segnalazione di inadempienza tramite “reclamo” da parte dello studente o del genitore;
  • gli atti di cui alle lettere a) e b) possono avere forma orale o scritta;
  • a seguito di avviso/reclamo, il ricevente dovrà verificare le circostanze che quegli atti hanno prodotto;
  • qualora l’esito della verifica di cui alla lettera d) dia esito positivo, il ricevente è obbligato a intraprendere tutte le iniziative che ritenga opportune per eliminare la situazione di inadempienza;
  • il ricevente dovrà informare il mittente sia degli esiti delle verifiche effettuate che delle eventuali azioni poste in essere per il ripristino della norma.