Regolamento GLHI

IL CONSIGLIO D’ISTITUTO

VISTI gli artt. 3 e 34 della Costituzione della Repubblica italiana;
VISTA l’art. 28 della legge 118/71, “Conversione in legge del D.L. 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove
norme in favore dei mutilati ed invalidi civili”;
VISTA la legge 517/77, “Norme sulla valutazione degli studenti e sull’abolizione degli esami di
riparazione nonché altre norme di modifica dell’ordinamento scolastico”;
VISTA la legge 104/1992, “Legge Quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle
persone handicappate”;
VISTO il DPR 24 febbraio 2004, “Atto di indirizzo e coordinamento relativo ai compiti delle unità
sanitarie locali in materia di alcuni portatori di handicap”;
VISTA la “Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità”, ratificata dalla legge 18/2009;
VISTA la “Classificazione Internazionale del Funzionamento dell’O.M.S.” (2001);
VISTE le “Linee guida del M.I.U.R. per l’integrazione scolastica degli studenti con disabilità” del 4
agosto 2009;
emana
il seguente

Regolamento del GLH d’Istituto:

Art. 1. Composizione del Gruppo di lavoro sull’Handicap di Istituto (GLHI)

Il Gruppo di Lavoro sull’Handicap (GLH), conformemente all’art. 15, comma 2 della legge 104/92 è costituito da: il Dirigente Scolastico o il Referente GLH, che lo presiede su delega del Dirigente
Scolastico; i docenti delle classi in cui sono inseriti studenti in situazione di handicap; gli insegnanti di sostegno operanti nell’Istituto; i genitori dei ragazzi frequentanti la scuola; uno o più rappresentanti degli operatori sanitari coinvolti nei progetti formativi dei ragazzi frequentanti (ASL, assistente educativo). Il gruppo di lavoro si riunisce almeno due volte l’anno

Art. 2. Competenze del GLH d.Istituto

Il GLHI si occupa collegialmente di:
a) gestire e coordinare l’attività relativa agli studenti con handicap;
b) formulare proposte al Dirigente Scolastico sul calendario delle attività del GLH e dei Consigli di
Classe che concernono gli studenti con handicap;
c) seguire l’attività dei Consigli di Classe e degli Insegnanti di sostegno, verificando che siano seguite le
procedure corrette e che sia sempre perseguito il massimo vantaggio per lo sviluppo formativo degli
studenti nel rispetto della normativa;
d) definire i criteri generali per la redazione dei PEI e dei PDF e approvare la documentazione relativa
ai singoli studenti approntata dai Consigli di classe;
e) approntare la modulistica necessaria;
f) formulare proposte su questioni di carattere organizzativo attinenti ad studenti con handicap;
g) proporre l’acquisto di attrezzature, sussidi e materiale didattico destinati agli studenti portatori di handicap o ai docenti che se ne occupano.

Art. 3. Convocazione

Le riunioni sono convocate dal Dirigente Scolastico o dal Referente GLH su delega del Dirigente Scolastico.
Possono essere invitati a partecipare esperti esterni o persone che al di fuori dell’Istituto si occupano degli studenti portatori di handicap.

Art. 4. Modalità della seduta

1. Il GLH si può riunire in seduta plenaria, ristretta (con la sola presenza degli insegnanti), o dedicata (con la partecipazione delle persone che si occupano in particolare di un alunno).
Gli incontri di verifica con gli operatori sanitari sono equiparati a riunioni del GLH in seduta dedicata.
Le deliberazioni sono assunte a maggioranza dei presenti. Hanno diritto di voto: la rappresentanza dei genitori, i docenti della classe, il referente di Istituto, il rappresentante della ASL, l’assistente educativo.
2. Di ogni seduta deve essere redatto apposito verbale. Verbalizzante il docente di sostegno della classe.

Art. 5. Competenze del Referente GLH

Il Referente GLH si occupa di:
a) convocare e presiedere le riunioni del GLH;
b) tenere i contatti con l’ASL e con gli altri Enti esterni all’Istituto;
c) ordine decrescente di importanza – dei progetti formativi degli studenti, delle richieste dei Consigli di Classe e dei desideri espressi dagli insegnanti stessi;
d) curare la documentazione relativa agli studenti in situazione di handicap garantendone la sicurezza ai sensi del Documento Programmatico sulla Sicurezza dei dati personali e sensibili dell’Istituto;
e) partecipare agli incontri di verifica con gli operatori sanitari, personalmente o delegando il Coordinatore di classe;
f) curare l’espletamento da parte dei Consigli di Classe o dei singoli docenti di tutti gli atti dovuti secondo le norme vigenti;
g) convocare i Consigli di Classe, d’intesa con il Dirigente Scolastico e i Coordinatori, per discutere questioni attinenti ad studenti con handicap;

Art. 6. Competenze dei Docenti coordinatori e di sostegno

I docenti Coordinatori di classe e di sostegno si occupano di:
a) partecipare agli incontri di verifica con gli operatori sanitari;
b) informare i membri dei Consigli di Classe sulle problematiche relative agli studenti con handicap e sulle procedure previste dalla normativa;
c)raccogliere i piani disciplinari da allegare al PEI entro le date stabilite;
d) mediare le relazioni tra il Consiglio di Classe, la famiglia dell’alunno disabile e i membri del GLH.
Gli Insegnanti di sostegno si occupano di:
a) seguire l’attività didattica degli studenti a loro affidati, secondo le indicazioni del Consiglio di Classe e del GLH;
b) partecipare ai Consigli di Classe, al GLH e agli incontri di verifica con gli operatori sanitari;
c) collaborare ad informare gli altri membri del Consiglio di Classe sulle problematiche relative all’alunno con handicap e sulle procedure previste dalla normativa.

Art. 7. Competenze dei membri non docenti del GLH

I rappresentanti dei genitori e dei servizi socio-sanitari membri del GLH d’Istituto esprimono proposte di modifica al presente Regolamento e all’assetto organizzativo dell’Istituto relativamente all’integrazione scolastica degli studenti in situazione di handicap.

Art. 8. Competenze dei Consigli di Classe con studenti in situazione di handicap

I Consigli di Classe, per quanto concerne gli studenti con handicap, devono:
a) discutere e approvare il percorso formativo più opportuno per l’alunno;
b) presentare proposte da inserire nel PEI al GLH;
c) essere informati su tutte le problematiche relative all’alunno con handicap per quanto è necessario all’espletamento dell’attività didattica;
d) essere informati delle procedure previste dalla normativa.

Art. 9. Competenze dei singoli docenti

I singoli docenti che hanno come studenti ragazzi con handicap, oltre a quanto descritto nell’articolo precedente, devono segnalare al Coordinatore di classe, all’insegnante di sostegno o al Referente GLH
qualsiasi problema inerente all’attività formativa che coinvolga gli studenti con handicap.

Regolamento approvato dal Consiglio d’Istituto in data 17 ottobre 2012