Regolamento viaggi, scambi e visite

Regolamento di viaggi di istruzione, scambi culturali, soggiorni linguistici e visite didattiche

Revisione di maggio 2015

Premessa

Il Liceo Classico e Linguistico statale Aristofane promuove viaggi di istruzione in Italia e all’estero, scambi culturali, nazionali ed internazionali, soggiorni linguistici o sportivi e visite didattiche come esperienze
integrative ed educative volte alla crescita culturale e personale dei propri studenti.
I viaggi, gli scambi, i soggiorni linguistici o sportivi e le visite didattiche sono parte integrante della programmazione didattica delle classi e sono proposti in assoluta coerenza con le finalità espresse dal
Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto.
In riferimento alla Circolare Ministeriale n. 623 del 2/10/1996, tutte le visite didattiche e/o i viaggi d’istruzione devono essere deliberati dal Consiglio di Classe e devono essere inseriti in una adeguata
programmazione didattica e culturale.
Le quote degli insegnanti accompagnatori, oltre le gratuità eventualmente concesse dall’Agenzia Viaggi organizzatrice, sono a carico degli studenti partecipanti.
E’ auspicabile che le iniziative di viaggio / scambio / soggiorno emergano dal Consiglio di classe in risposta a precise esigenze didattico-educative e prendano forma grazie al contributo dei docenti accompagnatori, in accordo con il docente Funzione strumentale extramoenia (d’ora in poi nominato docente FS). In tal caso si osserverà una certa flessibilità negli eventuali abbinamenti e nella definizione dei giorni previsti, pur all’interno di un massimo stabilito dal regolamento generale (vedi punto 4), al fine di favorire iniziative dotate di originalità e di particolare rispondenza alle necessità didattiche.
In mancanza di un proposta originale emersa dal Consiglio di classe, lo stesso potrà adottarne una di quelle previste dalla FS, secondo una tabella allegata al regolamento, rinnovabile periodicamente.
Vanno incluse nelle iniziative di viaggio / scambio / soggiorno anche quelle che potranno scaturire da progetti (come progetti europei o internazionali) approvati dagli organi scolastici competenti e per i quali
tali esperienze verranno riconosciute come fondamentali o caratterizzanti. Le modalità di effettuazione di quest’ultimo tipo di viaggio emergeranno dal progetto stesso e non saranno, pertanto, soggette per certi aspetti organizzativi (come il numero dei giorni, la composizione del gruppo, la scelta dell’accompagnatore, ecc.) al regolamento generale.

Definizioni

VIAGGIO DI ISTRUZIONE
Iniziativa didattica che comporta un’attività che supera il normale orario scolastico e si prolunga per l’intera giornata o per più giorni scolastici consecutivi.

SCAMBIO CULTURALE
Scambio con una scuola partner fra studenti italiani e partner di un Paese dove si parli la lingua studiata per un periodo di soggiorno di 7/8 giorni.

SOGGIORNO LINGUISTICO / SPORTIVO / AMBIENTALISTICO
Periodo di soggiorno linguistico all’estero della durata di 7/8 giorni oppure soggiorno sportivo o ambientalistico (5 giorni e 4 notti).

VISITA DIDATTICA
Visita a musei, mostre, aziende, convegni, rappresentazioni teatrali, proiezioni cinematografiche, manifestazioni sportive ecc., svolte in sostituzione dell’attività didattica mattutina.

Criteri Generali
  1. Partecipanti
    1.1 Affinché sia possibile organizzare visite didattiche è necessaria la partecipazione totale della classe.
    1.2 Affinché sia possibile organizzare viaggi, scambi, soggiorni è necessaria
    – la partecipazione di almeno i 3/4 del numero degli studenti di una classe;
    – la disponibilità di un docente accompagnatore ogni 15 allievi; sono necessari due accompagnatori se all’iniziativa partecipa una sola classe anche con meno di 15 allievi, fatta eccezione per gli scambi, per i quali è sufficiente un accompagnatore per classe. Almeno un docente accompagnatore per classe deve far parte del Consiglio della classe partecipante; un ulteriore accompagnatore potrà appartenere a un altro Consiglio di classe solo nell’eventualità che non vi sia alcun docente accompagnatore disponibile nel Consiglio stesso.
    1.3 I partecipanti sono tenuti ad uniformarsi al presente regolamento e alle disposizioni impartite dai docenti accompagnatori, a mantenere un comportamento corretto per tutta la durata dell’iniziativa. Le infrazioni disciplinari saranno trattate ai sensi delle norme previste dal Regolamento di Istituto e di disciplina vigenti.
    1.4 Per tutti i partecipanti, inclusi i maggiorenni, è obbligatorio avere l’autorizzazione da parte dei genitori.
    1.5 Gli studenti che non partecipano all’iniziativa sono tenuti a frequentare le lezioni secondo l’orario che sarà comunicato.
  2. Periodo di effettuazione
    2.1 I viaggi e i soggiorni dovranno essere effettuati:
    – all’interno di un periodo individuato nel Piano Annuale delle Attività, fatta salva la deroga per la
    partecipazione alle rappresentazioni teatrali di Siracusa;
    – senza sovrapporsi ad altre attività scolastiche dell’Istituto che abbiano vincoli temporali determinati come prove INVALSI e, in subordine, Certamina, esami EIPASS, esami per Certificazioni in lingua straniera ecc.;
    – in periodi di scarso movimento turistico.
    2.2 Gli scambi avverranno invece in relazione agli accordi stabiliti con le scuole partner.
  3. Docenti accompagnatori
    3.1 Per i docenti accompagnatori in uno scambio è richiesta la conoscenza di una lingua straniera e competenze informatiche di base per rapportarsi ai colleghi della scuola partner.
    3.2 E’ compito del docente accompagnatore provvedere alla distribuzione e alla raccolta di tutta la documentazione concernente la visita, il viaggio o lo scambio.
    3.3 Il docente accompagnatore, nel dare la propria disponibilità, si assume l’obbligo di vigilare gli studenti durante il corso della visita o del viaggio.
    Per quanto riguarda la vigilanza del docente accompagnatore, nel caso di scambi nazionali ed internazionali, essa decade al termine delle attività previste dal programma, fermo restando l’obbligo di intervenire in qualsiasi caso di necessità.
    Durante l’arco temporale di sospensione della vigilanza del docente accompagnatore, ogni eventuale atto irresponsabile da parte di uno studente va attribuito al medesimo, alla famiglia di questo o alla famiglia ospitante.
    3.4 In caso venga improvvisamente a mancare la disponibilità del docente accompagnatore designato e della riserva per cause di forza maggiore (p.es. malattia, comprovati motivi di famiglia), si rimanda alla decisione del Dirigente Scolastico.
    3.5 Ogni docente può partecipare a viaggi e a scambi per un massimo complessivo di 8 giorni nel corso di un anno scolastico.
    Il recupero dell’eventuale giornata domenicale, inteso come recupero psico-fisico, va richiesto prima della partenza e viene fruito il primo giorno lavorativo successivo al rientro.
    3.6 A conclusione dell’esperienza il docente accompagnatore è tenuto a redigere una relazione sull’attività svolta, con particolare riferimento ai servizi offerti dall’agenzia di viaggio.
  4. Durata
    4.1 Le classi, indipendentemente dall’anno di corso frequentato, potranno fruire fino ad un massimo di 30 ore per visite didattiche programmate all’inizio dell’anno scolastico, iscritte nel patto d’aula e monitorate dal coordinatore; in aggiunta a queste ore:
    – le classi del primo anno potranno effettuare un soggiorno sportivo o ambientalistico di accoglienza della durata massima di 5 giorni (4 notti);
    – le classi del secondo e del terzo anno potranno effettuare un viaggio della durata richiesta dal progetto, comunque della durata massima di cinque giorni (4 notti), oppure, al liceo Linguistico, uno scambio internazionale o soggiorno linguistico della durata massima di otto giorni;
    – le classi del quarto anno sia del liceo classico sia del liceo linguistico potranno effettuare un viaggio della durata richiesta dal progetto ma comunque non oltre i cinque giorni (4 notti) oppure uno scambio internazionale o un soggiorno linguistico di otto giorni;
    – le classi del quinto anno sia del liceo classico, sia del liceo linguistico potranno effettuare un viaggio della durata massima di cinque giorni (4 notti) o un soggiorno linguistico della durata massima di 8 giorni.
  5. Costi
    5.1 La spesa per viaggi , scambi e soggiorni linguistici deve essere tale da non ingenerare discriminazioni all’interno di una classe e quindi contenuta il più possibile per consentire la partecipazione massima degli studenti di una classe.
    In particolare per quanto riguarda i prezzi, essi vengono fissati come segue:
    – viaggi fino a 3 giorni / 2 notti non oltre € 350,00;
    – viaggi fino a 5 giorni / 4 notti non oltre € 500,00;
    – scambi nazionali non oltre € 350,00;
    – scambi internazionali in Europa non oltre € 500,00;
    – soggiorni linguistici internazionali non oltre € 700,00
    5.2 Le famiglie con certificazione ISEE in corso di validità non superiore a € 10.632,94, possono chiedere un contributo per la partecipazione al viaggio d’istruzione; la richiesta è sottoposta all’approvazione da parte del Consiglio d’Istituto, che lo accoglie compatibilmente con le disponibilità finanziare della scuola nelle forme stabilite dalla delibera del Consiglio di Istituto per un importo massimo del 50% della cifra totale ed in relazione al numero delle richieste ricevute.
  6. Rimborsi
    6.1 Nel caso di rinuncia al viaggio, sia collettiva, sia individuale, dopo il versamento della caparra all’Agenzia Viaggi, non è garantita la restituzione parziale o totale della quota versata.
    Non sono in ogni caso rimborsabili le quote di partecipazione versate per visite didattiche o viaggi di istruzione di una sola giornata.
  7. Procedure
    7.1 I Consigli di Classe, nella riunione di settembre dedicata alla programmazione didattica, individuano un progetto di viaggio e ne esprimono l’eventuale adesione. In mancanza di un progetto possono aderire a una delle iniziative incluse nella tabella presentata all’inizio di ciascun anno dal docente FS e individuano i docenti accompagnatori, le riserve, il mezzo di trasporto e propongono una data di effettuazione compresa nel periodo individuato nel PAA.
    I docenti individuati sottoscriveranno la propria disponibilità ad accompagnare il viaggio.
    7.2 Il docente FS raccoglie le proposte dei Consigli di Classe e, nel rispetto di quanto stabilito dal presente Regolamento per quanto attiene a meta, durata e costi, formula un quadro riassuntivo da sottoporre all’approvazione del Collegio dei Docenti e del Consiglio di Istituto.
    7.3 Dopo le deliberazioni, la Giunta Esecutiva – integrata con il docente FS e l’assistente amministrativo incaricato dell’organizzazione dei viaggi d’istruzione – valuterà le mete proposte, al fine di farle convergere su alcune destinazioni principali, così da costituire gruppi pluriclasse e razionalizzare l’impiego dei docenti riducendo i costi.
    Nel caso di partecipazione di uno o più alunni in situazione di handicap, la giunta valuterà la proposta di designazione di un qualificato accompagnatore (rapporto 1:2 alunni disabili), non necessariamente insegnante di sostegno e predisporrà ogni altra misura di sostegno in relazione alla gravità dell’handicap, compresa la richiesta di mezzo di trasporto idoneo e fornito di elevatore se necessario.
    7.4 L’acquisto del servizio sarà effettuato nel rispetto della normativa vigente.
    7.5 Successivamente all’approvazione degli organi competenti, viene inviata una comunicazione alle famiglie per verificare l’adesione delle stesse al progetto di viaggio o scambio. Detta comunicazione deve esplicitare la meta, la durata, il periodo di effettuazione, i mezzi di trasporto, la sistemazione e il trattamento fornito agli studenti insieme al costo del viaggio, scambio o soggiorno linguistico.
    Insieme alla suddetta comunicazione le famiglie ricevono la cedola di partecipazione, che è impegnativa per il calcolo del numero delle adesioni ed è raccolta dal docente accompagnatore.
    7.6 L’acconto richiesto dovrà essere versato dalle famiglie entro 15 giorni dalla consegna della cedola di partecipazione. Le rateizzazioni sono previste solo per le iniziative di costo elevato. Il saldo deve essere versato almeno 30 giorni prima della partenza.
    7.7 Il pagamento deve essere effettuato versando la quota stabilita nei tempi richiesti sul conto corrente postale o bancario della scuola e non con raccolta di denaro contante (cfr. regolamento contabile, DI 44/2001).
  8. Varie
    8.1 Per quanto non trattato in questo regolamento si rimanda alla normativa vigente.

9.1. ALLEGATO
OPUSCOLO INFORMATIVO E REGOLE PER I PARTECIPANTI
VIAGGIO D’ISTRUZIONE A … dal … al …
Il viaggio d’istruzione è finalizzato a motivazioni di carattere culturale che fanno parte del corso di studi.
Ogni parte del programma del viaggio rientra in queste finalità.
Ogni studente è tenuto a conformarsi sia al programma del viaggio che alle indicazioni pratiche date di volta in volta dall’Insegnante accompagnatore e ad avere con sé il numero di telefono dell’hotel o di un professore, nonché la pianta della città che si visita.
La partecipazione al viaggio comporta per ognuno l’impegno a partecipare attivamente a ogni visita e movimento.
Per tutto il periodo ci si adeguerà strettamente alle regole degli ambienti in cui ci si trova: hotel, ristorante, musei, trasporti, ecc. In particolare quando si è in camera deve essere mantenuto l’ordine e un
comportamento che non arrechi disturbo agli altri ospiti; è assolutamente vietato portare e consumare alcolici e fumare. Ognuno dovrà attenersi agli orari fissati e alla puntualità.
Non è consentita alcuna iniziativa personale o di gruppo oltre a quelle previste dal programma.
Il comportamento durante l’intero soggiorno rientra nelle competenze di ordine disciplinare del Consiglio di classe.
In ordine alla sicurezza, ai docenti accompagnatori sono assegnati i seguenti compiti:
– prima dell’inizio del viaggio controllare che il pullman non presenti problemi evidenti (finestrini rotti, sedili danneggiati, ecc.);
– durante il viaggio controllare che l’autista non superi i limiti di velocità e che sia effettuata una sosta almeno ogni tre ore;
– all’arrivo controllare che le camere in albergo rispondano ad accettabili standard di pulizia e non presentino problemi evidenti. Hanno inoltre il compito di verificare la presenza dei dispositivi antincendio e di prendere visione delle vie di fuga insieme agli allievi.
Per consentire di inoltrare reclami all’Agenzia Viaggi, eventuali inconvenienti devono essere comunicati per iscritto alla Presidenza entro 24 ore.
Il Dirigente Scolastico

Compilare, ritagliare e restituire la parte sottostante al docente accompagnatore della classe
——————————————————————————————————————-
Il sottoscritto … genitore dello studente … dichiara di aver preso visione di … quanto indicato nel presente opuscolo informativo.
data, … firma …

9.2 ALLEGATO
Scambi DICHIARAZIONE FAMIGLIA CHE OSPITA
SCAMBIO a … dal … al …

Alla spett. Istituzione Scolastica
Liceo classico statale Aristofane
Il / la sottoscritto / a …, nato a … il …, residente a …, Via …,
dichiara
di accettare di ospitare presso la propria abitazione sita in … l’alunno … dal … al …
impegnandosi a:
a. offrire all’alunno vitto e alloggio per il periodo … (volendo, specificare condizioni dell’ospitalità, quali le caratteristiche della camera, con o senza altre persone, la fornitura di lenzuola e biancheria da casa, il numero dei pasti; ecc.);
b. osservare e fare osservare all’alunno l’unito programma (si allegherà il calendario delle iniziative);
c. vigilare l’alunno affinché non procuri danno a sé o ad altri sia durante la permanenza presso la propria abitazione, sia durante i tragitti da questa ai luoghi di incontro con i personale della scuola;
d. avvertire tempestivamente il docente accompagnatore … allorché si presentino criticità (eventualmente individuare una serie di comportamenti) nella permanenza dell’alunno presso la famiglia.
Allega copia del documento di identità.
Luogo, data
sottoscrizione


PATTO DI CORRESPONSABILITA’

IL DOCENTE ACCOMPAGNATORE S’IMPEGNA A:

1. Seguire, in accordo con la F.S., le fasi nella preparazione del viaggio, cercando le soluzioni ottimali per lo sviluppo degli itinerari e le più favorevoli per le famiglie
2. Tenere i contatti prima/durante/dopo il viaggio, in accordo con la F.S., con l’agenzia preposta e/o la scuola-partner
3. Cercare di rendere l’esperienza il più motivante, piacevole e formativa possibile per l’intero gruppo
4. Fornire assistenza agli alunni in difficoltà durante il viaggio, in caso di infortunio / incidente / disagio / malessere ecc.;
5. Dare la propria reperibilità sul cellulare, anche 24h su 24h, nei casi di cui al punto precedente

I GENITORI S’IMPEGNANO A:

1. Conoscere e sottoscrivere tutte le norme e i regolamenti relativi ai viaggi in vigore nella scuola, coadiuvando il docente nel compito di far recepire la valenza autentica di questa tappa nella crescita culturale e formativa degli alunni.

L’ALUNNO, SIA MINORENNE SIA MAGGIORENNE, S’IMPEGNA A:

osservare le norme e i limiti orari richiesti dal regolamento del viaggio; ovvero è fatta precisa richiesta di:

1. essere sempre puntuale e reperibile per mezzo del cellulare a seconda degli orari richiesti
dalle circostanze (partenza, arrivo, visite didattiche, escursioni, etc. )
2. effettuare il rientro serale, dopo la cena prevista in hotel/famiglia e l’eventuale tempo
libero, entro e non oltre l’orario concordato con il docente – e comunque mai, e per
nessun motivo, tale da provocare disagio nelle famiglie ospitanti.
3. astenersi dall’uso di alcool e di ogni sostanza stupefacente
4. evitare di allontanarsi dal gruppo per qualunque motivo, sostare o cambiare itinerario
durante le visite d’istruzione, scambiarsi posti-letto nelle stanze d’albergo, prendere
decisioni autonome senza consultarsi con il docente, non rientrare la sera in
hotel/famiglia o cambiare ospite senza il dovuto preavviso al docente, che potrà
consentirlo solo per gravi e comprovati motivi
5. tenere un comportamento responsabile e adeguato alle circostanze in ogni situazione
(hotel, famiglia, scuola-partner, musei, chiese, parchi e luoghi pubblici), rispettando
l’ambiente e osservando con scrupolo norme e usanze locali.
6. presentarsi regolarmente alle lezioni il giorno successivo al rientro dal viaggio, fatta salva
la possibilità di entrare alle 10 qualora il rientro avvenga dopo le 21.
Tutte le trasgressioni a queste regole di comportamento saranno passibili di sanzioni disciplinari a
seconda del grado di gravità, e comporteranno un adeguamento del voto di condotta.
Al termine del viaggio d’istruzione il docente accompagnatore redigerà una relazione finale sulla riuscita
del progetto, sul comportamento e la risposta al dialogo educativo forniti dagli alunni durante tutte le
fasi del viaggio e sul generale gradimento del cliente.

La F.S. Viaggi e Scambi
Susanna Contin

Il Dirigente Scolastico
Silvia Sanseverino

Per accettazione: … (il genitore dello studente minorenne/lo studente maggiorenne)